Isolamento dall’INTERNO

L’isolamento dall’INTERNO è una soluzione piuttosto economicama causa una diminuzione di spazio abitabileche tuttavia si può considerare trascurabile. Questa tecnica di isolamento è maggiormente indicata in ambienti riscaldati saltuariamente e che, pertanto, devono essere riscaldati in poco tempo. Questo sistema viene maggiormente impiegato per l’isolamento termico di uffici, di seconde case e più in generale di edifici con impianti termoautonomi. Le tipologie più diffuse di isolamento perimetrale dall’interno sono:

  • CONTROPARETE PREACCOPPIATA
  • CONTROPARETE SU STRUTTURA METALLICA

SISTEMA

L’isolamento delle pareti perimetrali dall’interno consiste nell’applicazione di uno strato isolante, di elevate caratteristiche termo-acustiche e meccaniche, sulla superficie rivolta all’ambiente riscaldato. E’ un sistema molto usato in occasione delle ristrutturazioni, soprattutto quando non è possibile intervenire dall’esterno come nel caso di un singolo appartamento all’interno di un edificio condominiale.

Questa applicazione risulta particolarmente indicata per l’isolamento di murature portanti in mattoni o calcestruzzo facciavista o nel rinnovo di edifici esistenti, in particolar modo, quando la carenza di isolamento genera problemi di natura igrometrica (presenza di umidità e di muffe sulle pareti) o quando gli ambienti non sono utilizzati per diversi mesi all’anno (seconde case, scuole, edifici adibiti a terziario) e di conseguenza è necessario ottenere un riscaldamento più rapido.
Infatti il posizionamento dell’isolante sulla superficie interna della muratura riduce sensibilmente gli effetti dovuti all’inerzia termica della parete perimetrale.

VANTAGGI

I vantaggi del sistema di isolamento termico dall’interno sono:

  • velocità di posa in opera;
  • posa in opera non influenzata dalle condizioni atmosferiche;
  • possibilità di intervento con edificio già abitato;
  • costi di realizzazione contenuti.

Controparete preaccoppiata

Parete perimetrale verticale portante realizzata con elementi di laterizio semipieno con finitura esterna a facciavista isolata mediante contropareti preaccoppiate ad altezza di vano, costituite da lastre di cartongesso incollate su strato isolante composto da pannello rigido in lana di roccia munito di freno vapore.

Questa soluzione è spesso usata nelle ristrutturazioni dei locali, a fronte di una modesta riduzione di spazio abitativo si ottiene un notevole aumento di comfort termico e acustico, con una spesa modesta ed una notevole facilità di messa in opera.

Le contropareti preaccoppiate sono spesso utilizzate per aumentare l’isolamento acustico fra due ambienti appartenenti alla stessa unità abitativa o per ottenere l’isolamento termico ed acustico di pareti divisorie fra unità abitative distinte e confinanti.

A differenza di altri materiali isolanti, che hanno prestazioni esclusivamente termiche, la struttura a celle aperte della lana di roccia consente di ottenere prodotti con elevate caratteristiche di fonoassorbimento che, se interposti nell’intercapedine di pareti doppie, consentono un sensibile incremento dell’isolamento acustico dell’intera struttura.

STRATIGRAFIA DELLA PARETE

controparete preaccoppiata

1. Finitura. Tinteggiatura a tempera o ad acqua o, in alternativa, carta da parati.
2-3. Controparete coibentata. Controparete costituita da lastra di cartongesso con freno vapore e pannello in lana di roccia ad alta densità.
4. Legante. Malta adesiva.
5. Parete esterna. Laterizio semipieno portante per facciavista. Peso della muratura 1000-1600kg/mc. e foratura compresa tra 15 e 45%.

POSA IN OPERA

  • assicurarsi che la superficie interna del tavolato esterno non presenti tracce di umidità;
  • rimuovere eventuali vecchi intonaci ammallorati;
  • incollare alla parete portante, mediante malta adesiva posta dalla parte del pannello di lana di roccia, la controparete di cartongesso;
  • allineare perfettamente tra loro le lastre di cartongesso;
  • sigillare i giunti con malte specifiche, utilizzando nastri adesivi di rinforzo;
  • applicare sul cartongesso la finitura interna;
  • nel caso di ambienti ad elevata umidità relativa quali ad esempio bagni e/o cucine ed in assenza di una buona ventilazione è auspicabile l’utilizzo di contropareti dotati di barriere vapore.

Controparete su struttura metallica

Isolamento di parete perimetrale verticale realizzato con lastre precostituite di gesso rivestito e fissato alla muratura mediante struttura metallica con l’interposizione, nell’intercapedine, di pannelli in lana di roccia con funzione termica ed acustica.
Questo tipo di soluzione è anche largamente utilizzata per l’isolamento termo-acustico di pareti divisorie.

STRATIGRAFIA DELLA PARETE

controparete metallica

1. Finitura. Tinteggiatura o in alternativa carta da parati.
2. Paramento interno. Lastra in gesso rivestito da 13mm, dotata sulla superficie non a vista di una lamina di alluminio con funzione di freno vapore.
3. Struttura di fissaggio. Orditura metallica per il fissaggio della lastra in cartongesso alla parete costituita da montanti verticali a “C” in acciaio zincato da 6/10 da fissare a soffitto e pavimento.
4. Strato isolante. Pannello in lana di roccia.
5. Parete esterna. Laterizio semipieno portante per facciavista. Peso della muratura 1000-1600kg/mc. e foratura compresa tra 15 e 45%.

POSA IN OPERA

  • Assicurarsi che la superficie interna del tavolato esterno sia piana e non presenti tracce di umidità nel caso di ristrutturazione;
  • rimuovere eventuali vecchi intonaci nel caso di ristrutturazione;
  • porre il profilo ad “U” in orizzontale sia a pavimento (guida inferiore) che a soffitto (guida superiore) in modo da garantire l’inserimento successivo dei montanti;
  • inserire una guarnizione elastica tra pavimentazione e profilo a “U” orizzontale;
  • collocare il profilo a “C” in verticale, coprendo tutta la distanza tra il pavimento e il soffitto meno 1cm. La larghezza del montante deve essere di poco inferiore a quella della guida così da consentire il perfetto assemblaggio dello stesso;
  • posizionare fra i montanti i pannelli in lana di roccia prestando attenzione che siano ben accostati fra loro;
  • fissare all’orditura metallica mediante delle viti, le lastre di cartongesso che devono avere il lato maggiore parallelo ai montanti;
  • applicare sul cartongesso la finitura interna;
  • nel caso di ambienti ad elevata umidità (ad esempio, bagni e/o cucine) ed in assenza di una buona ventilazione è preferibile utilizzare contropareti dotate di barriera al vapore.

 

Richiedi preventivo gratuito

Riempi il form di seguito per richedere un preventivo gratuito o qualsiasi altra informazione.
Sarai ricontattato entro 24 ore da un nostro consulente.
Se, invece, vuoi parlare direttamente con noi chiama lo 06 790 08 34

Nome e Cognome*
Per favore inserisci il tuo nome e cognome!

Email*
Per favore inserisci il tuo indirizzo email!

Telefono*
Per favore inserisci il tuo numero di telefono!

Località e/o Zona
Per favore inserisci la tua località!

Invalid Input

Richiesta
Invalid Input

Inserisci somma di 3 + 2*
Inserisci il risultato corretto!